LOST – giorno 3

Fratelli d'Itarways

Ho scomodato avvocati, NCC, addetti alla sicurezza aerea nazionale, ENAV, il mio stato whatsapp, Daniela Martani, ex dipendenti di ADR in pensione ed in ultimo il mio cliente Ray ex presidente della commissione Heritage Malta per l’UNESCO, ma niente. 

Ci avviciniamo al giorno 3emezzo di boa, quello in cui ci iniziamo a fare domande del tipo. Meglio avere la valigia per 2 giorni e reimbarcarla per il ritorno e sfidare la legge dei grandi numeri che non ti possono perdere la stessa valigia per 2 voli consecutivi ? 

oppure lasciare che il destino compia il suo ineluttabile destino senza vani tentativi di sfidarlo a singolar tenzone ?

Vediamo, come nello stile barredicristiano, il lato positivo della storia.

Anzi I lati positivi:

  • Matteo ne uscirà arricchito e sarà tutta esperienza nel suo bagaglio dove lo so bagaglio non è propriamente il termine che conduce a miti riflessioni…
  • Superdany se la caverà con una lavatrice a mezzo carico anziché 3 in sovraccarico.
  • Matteo comunque tornerà…sì sì torna torna, con un livello C2 in inglese e con una valigia in meno da checkinare.

 

Matteo tornerà con un inglese C2 ed il pensiero vola a quella giovane dipendente di ADR che dedicata all’ingresso al controllo bagagli, parla solo l’italiano a passeggeri di lingua estera.

Fa piacere sapere che ci sono ancora posti di lavoro nel 2023 in una città sempre più cosmopolita e turisticamente vagamente attraente, dove ti assumono senza saper parlare l’inglese.

Fratelli d’Itarways.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *