LOST – giorno 2

Filippone

Dunque mi sa che per questa 58esima barra il mantra diventa come bagagli smarriti a MLA anziché FCO.

In realtà il bagaglio non sembra proprio essersi imbarcato pertanto resta valido il codice IATA del nostrano scalo aeroportuale.

Giorno 2 inizia così con 20 kili di indumenti a spasso tra i il dedalo di nastri di chissà quale aeroporto europeo.

Buona la prima Matt primo volo primo bagaglio smarrito.

Filippone chi era costui?

Da oggi anzi ieri le sorti della nostra valigia sono legate a filo doppio a questo cognome.

Andati a dormire a notte fonda con l’assicurazione ed una ragionevole speranza di avere il bagaglio il giorno dopo col primo volo del mattino ma il risveglio e la mattina ci danno un esito ben diverso dalle nostre pur niente affatto ottimistiche illusioni.

La valigia insieme a quella di Filippone non è stata ancora localizzata tradotto non è stata imbarcata per nessun posto bensì secondo la mia pluriennale esperienza di Front Desk Agent, giace abbandonata o comunque dove non se la fila nessuno, in mezzo a centinaia di bagagli in attesa di smistamento.

Monti mare e fiumi attraverserò per averti per aprirti meravigliosa creatura.

Ma il giorno si conclude con un nulladifatto buconellacqua partito alle 17 da Roma centro con tanta speranza ed ottimismo, faccio rientro alle 19 con le pive nel sacco.

Ma sento che ci sono andato vicino.

Ho sentito le vibrazioni della valigia che sembrava quasi volermi dire…dimenticami qui, lasciami con le mie amiche, stiamo così bene qui ogni giorno facciamo festa, parliamo tra di noi, ci facciamo compagnia.

Si ma lo sai che ti tengono max 1 anno e poi tutte al macero.

Prendimi prendimi vieni a salvarmi sono al deposito tagless…

Ormai domani il tagless lavora 8-15 

Poi qualcuno diceva ministeriale a me…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *