Barra 70 – L’ULTIMA DEI PARZIALE

OVVERO la classe del 2009

Giugno 1983 Giugno 2023

A 40 anni tondi tondi di distanza, un Parziale si ripresenta dietro i banchi di una scuola media per sostenere gli esami, a concludere un triennio che in me non ha lasciato troppi ricordi. Sarà che 3 anni sono meno dei 5 delle elementari e dei 5 delle superiori ma veramente non conservo ricordi così nitidi.

Dunque Matilde, ad oggi l’ultima dei Parziale, questo giugno 2023 che ci conduce da un compleanno di Cristiano & Superdany fino ad un saggio di danza di fine anno ed un matrimonio di Mario e Laura, passando per un concerto di Vasco allo stadio Olimpico, si reca alla statale di Zagarolo per portare a casa il pezzo di carta.

Ma ritorniamo al mio 1983…

Vediamo se come dice il mio amico Massimiliano, che come me ha una figlia nata nel 2009, riuscirò ancora una volta a riavvolgere il nastro ed abbandonarmi ai miei ricordi o presunti tali.

1983 facile, troppo facile.

Roma campione d’Italia.

Le strade, i palazzi si tingono di giallo e di rosso.

Ai semafori di Roma oscurano il verde.

Da ogni bar o esercizio commerciale, da altoparlanti e radioline a transistor, risuonano le famose note che fanno LA LA LA LAA..DIMMI COS’È…

Sarà per questo che ho praticamente zero ricordi del mio esame di terza media.

Lo scritto italiano non ricordo proprio nulla. Zerocristiano.

Un ricordo un po ‘ sbiadito riaffiora per l’esame scritto di inglese. 

Lo consegnai al limite delle 4 ore e forse addirittura in brutta. Perché?

Vicino di banco avevo una privatista. 

Una ragazza signora.

Quando sei piccolo non hai certezza di quanti anni possa avere un adulto.

Insomma, questa ragazza avrà avuto 30 anni, era lì che leggeva inebetita la traccia, senza sapere cosa scrivere.

Inizio a dirle una frase di incoraggiamento tanto per darle la scintilla per ispirarsi.

Niente. Non sa niente d’inglese ma probabilmente deve prendere la licenza media per ottenere un lavoro dove l’unico inglese di cui avrà bisogno è dire: “where is the brum? (Dove è la scopa?) the brum is on the table (la scopa è sul tavolo) 🤔?🤔

Why on earth, is the brum on the table ?”

Ma già qui la conversazione passa ad un livello successivo.

Già che ci sono, le faccio tutti gli esercizi conditi di qualche errore qua e là, dopodiché mi concentro su me stesso.

Che tipo che ero.

Consegno il mio foglio protocollo piegato in verticale al centro, scritto a metà colonna.

La prof d’inglese mi guarda come a dire. Parziale ho visto, so quello che hai fatto.

Ma non riesco a decifrare se fosse un bene o un male.

Orali. Professori in modalità commissione uno accanto all’altro. Da dove iniziamo?

Arte ma si togliamoci subito il dente cariato.

Musica con un bel solfeggio con le mani.

La si do fa mi re sol non necessariamente in questo ordine…

Ma l’unica musica che rimbombava era sempre LA LA LA dimmi cos’è che ci fa sentire uniti anche se siamo lontani?

Facile Antonè, uniti ma lontani a Roma? cercare un parcheggio sul lungotevere vicino piazza Trilissa nei sabato sera.

Italiano? Boh la prof Nicolai mi portava su un palmo di mano.

Nessuno ha mai capito perché.

Tecnica: avevamo 2 prof. Una con la quale in classe si discernerva se il pepe dentro la mortadella facesse male nel lungo termine e l’altro se fosse vero che la prof. di sostegno gli praticasse …( 👄🤬😶‍🌫️ censura V.M 18) sesso occasionale edulcoriamo così.

Noi maschietti 14enni vivevamo i primi pruriginosi vagiti ed alla gita che oggi chiamano campo scuola, a Paestum e costiera amalfitana, partì il chi ce l’aveva più lungo contest, dove un certo Kruger della 3C, fece impallidire il ripetente Silvio,  che dall’alto dei suoi 15 anni uomo di mondo, era assiduo frequentatore insieme a Michele e Carmen, ovvero i fighissimi della classe, delle discoteche New life e Much More in zona via XX settembre.

A proposito di orale…torniamo seri, torniamo nel topic. 

Andare fuori tema.

Quanti 4 e 5 avrò collezionato per essere andato fuori tema?

Non difficile da credere anche leggendo questa ondivaga barra orale.

Ah sì l’orale.

Matematica/scienze completamente rimossa.

Poi arrivò educazione fisica (oggi scienze motorie). Ero l’unico della mia classe ad entrare nelle selezioni della squadra di pallavolo della statale Aurelio Saffi, ma restavo comunque il più scarso tra i 15 componenti la rosa ed ho visto poco il campo in partite ufficiali nel torneo interscuole, se non per far rifiatare l’opposto che ai miei tempi si chiamava schiacciatore.

Accanto a prof. Tiglio la prof d’inglese.

“Parziale. Hai fatto un bel compito d’inglese anzi 2 bei compiti ti meriti un doppio 10.”

Vabbè forse questo ricordo è un pò troppo romanzato ma il succo è che uscii dalla scuola media con ottimo, ovvero il gradino massimo dell’allora vigente scala di valutazione. 

Qualche giorno dopo, alla pizza coi prof, la Nicolai pronuncia le seguenti parole.

“A Parziale abbiamo fatto un grande regalo.”

A distanza di 40 anni, oggi mi piace tradurre quella frase con “Parziale è un ragazzo molto generoso che ha preferito prima aiutare una sconosciuta in difficoltà in una materia in cui lui eccelle.”

Poi ha pensato a se stesso.

Chissà! Era una scuola diversa?

Forse no.

Matilde. 40 anni dopo.

L’ultima dei Parziale

Consiglio per tutti i papà a divenire…se potete non mancate l’esame orale di III Media dei Vs figli.

Quello di Matilde mi dicono è stato emozionante da lucciconi ed io l’ho perso, con la tristezza nel cuore di non aver messo la mia spunta ✅️  sulla mia to do list.

Mi resta l’esame orale di III Media di Matteo in modalità “smart” del 2020.

L’ex scricciolo, dal percorso studentesco ondivago come questa barra, alla fine, nel momento giusto ha tirato fuori gli attributi e fatto leva, toccando le giuste note di una tastiera, ha piazzato l’acuto e così facendo, reso unico ed irripetibile il suo esame di terza media in questa non troppo torrida seconda metà di giugno 2023.

Le note e gli acuti che hanno incuriosito i prof in commissione ? I NA NA NA NA NA AY  dei BTS, boy band di Seoul, che sulla scia di Gnam Gnam style, ha costruito un successo planetario, tanto da fare fuochi d’artificio nella baia di Seoul nel 10mo anniversario dall’esordio del loro primo singolo.

Insomma un esame orale di terza media con sottofondo musicale Dynamite dei BTS in Italia non si era mai sentito, forse in Korea del sud sì ma in Italia è senza precedenti.

E forse anche la tesina sulla Korea del sud che ne è scaturita.

Un’ennesima lezione al papà nella famiglia di geni, la propria, tutti tranne lui.

Lui che della Corea del Sud ricorda solo i mondiali di calcio del 2002 e le malefatte dell’arbitro Byron Moreno, l’oro Olimpico di maratona di Gelindo Bordin nel 1988 ma soprattutto la telecronaca dell indimenticabile ed indimenticato bisteccone Giampiero Galeazzi per incitare i fratelli Abbagnale e Peppiniello Capua in acqua 3,  sul campo di regata, verso una medaglia d’oro a lasciarci un’ugola ed ANDARE A VINCERE.

Vai Matilde taglia il traguardo, poniti dei limiti e superali se puoi, perché come da tanti anni leggi in una palestra di danza moderna, anzi, di non solo danza, volere è potere.

Se tu vuoi, tu puoi Mati, perché tu sei Dynamite.

P.s. Matilde ha diffidato l’estensore di questo racconto alla pubblicazione della sua immagine.

2 commenti su “Barra 70 – L’ULTIMA DEI PARZIALE”

  1. Molto bella, in alcuni tratti della lettura ti fermi e chiudendo gl’occhi, fai un sorriso pensieroso, ehh….che bei tempi…….. Grazie Cristiano per avermi portato in quegl’anni 😍

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *