Barra 62 – IL TALENTO DI MR. PARZIALE

ovvero LA SOTTILE ARTE DELLO SCROCCO SENZA ESSERE SGAMATO

Nell’appena trascorsa  Barra n. 61 “TeledoioleBermuda”, con atteggiamento tattico trascorro l’intera vacanza, ospite nell’alloggio per staff al Hamilton Princess Hotel e non contento di questo non insignificante risparmio, mi avventuro in non poco sporadiche incursioni nella mensa dello staff.

La parola d’ordine, la password per passare il controllo dei security era super sicura. Cambiava ogni giorno nel senso che un giorno era: “hey how’s it going mate?”

Ed il giorno dopo era: “hey are you alright mate?”

A giorni alterni dunque, capite la difficoltà nel ricordarsi quale era quella da usare il tal giorno. Veramente una vacanza vissuta pericolosamente quella alle Bermuda.

Fermato all’immigrazione allo sbarco.

Sabbia trafugata illegalmente alla partenza.

Alloggio in clandestinità.

In mezzo, giri in scooter a 40 kmh col terrore di essere fermato dalla polizia che ti fa la multa e ti chiede “Dove alloggi?” dando luogo ad un nuovo ginepraio vizioso.

“Vede agente! È una lunga storia!”

Dunque alloggio da Momi, scooter di Momi, mensa dell’Hotel, sabbia finissima da portare per ricordo, anche il tennis a scrocco nei campi dell’hotel dove lavora Momi.

What else?

Poteva mancare la partita di calcio sulla sabbia di Elbow Beach Italia – Resto Del Mondo? 

Ebbene sì; i primi film di Gabriele Salvatores hanno lasciato un segno indelebile nella mia crescita.

E poi bagno finale nelle cristalline acque nonostante il nubifragio con tuoni, fulmini e saette dal cielo. Non fatelo a casa! (!???)

Cene presso amici del Momi che abbastanza stufi di vivere in alloggio e mangiare in mensa, si erano presi casa in affitto per cui ma sì una bella cenetta bermuditaliana.

Adesso ricordo che l’alloggio di Momi aveva un letto libero perché il suo compagno di stanza Roberto di Vicenza, si era trasferito in affitto con la fidanzata e dunque alla fine io ero al posto giusto nel momento giusto.

Un po’ la storia della mia vita quando i miei, traslocando a Cinecittà quasi Est, fanno sì che poi incontri superdany sotto il cortile che all’epoca giocava a nascondino con l’amichetta Marisa; primo sliding door.

Secondo sliding door quando il mio resident Manager Massimo nel 2015 abdica, lascia il posto vacante ed il mio GM mi dice, non riuscendo a trovare nell’immediato un miglior sostituto, che il posto è mio per un anno di prova. 

Alla fine sono stati 7 anni di “prova” tra alti e bassi ma qualche bel risultatino l’ho incamerato, anche se, come dissi in un video amatoriale post esame di maturità al ITT Colombo nel 1988, gli esami non finiscono mai, ma quella è una totally different barra. Anzi 2.

Insomma Bermuda da Momi, Cork Irlanda da Federica, Toronto e Montreal dagli zii e cugini canadesi, da Teresa a Madrid con Pino, Auckland New Zealand da Massimo, la classica vacanza cristiana da scrocco, senza contare le domestiche vacanze estive tra Sirmione e Garda sull’omonimo lago, ospite di Massimo da Stresa.

Siete avvisati voi che leggete se mai doveste trasferirvi all’estero ma anche Italia, diciamo fuori dal Lazio, che io verrò a bussare alla vostra porta ma tranquilli almeno busserò coi piedi.

Adesso che ci penso, Bermuda 1995 non è  per niente la prima volta che scrocco in regime di totale clandestinità.

Londra 1986 io decido di fare una vacanza studio andando ad alloggiare 3 settimane da Mrs. Scottowe ( Brit or Britout you  BARRA N. 16 ).

Il resto della mia classe segue invece l’istrionico prof. Duccio Romeo che aveva organizzato una vacanza studio in un College poco fuori Londra.

Non male come idea a 17 anni, però su alcune poche cose ho sempre avuto le idee chiare ed andare a studiare inglese ma poi alla fine trascorrere tutta la giornata coi miei compagni di classe, non avrebbe restituito gli stessi benefici sul mio rapporto viscerale con la lingua inglese.

Insomma ero partito per parlare di atteggiamento tattico, del 7 aprile 1989 primo giorno dei miei 15 mesi nelle forze armate alle dipendenze del ministero della difesa ed invece qualche cosa mi tiene ancorato alle Bermuda ancora.

Era dunque un modo per avvalorare il mio superpotere di passare invisibile.

Cristiano c’è ma non si vede.

Se non è talento questo.

La leggenda narra che al College di  Bushey si presentarono in visita 2 studenti della sezione B pochi giorni dopo il mio passaggio e furono invitati dalla sicurezza che aveva subito fatto loro tana, ad affittare una stanza a pagamento. 

Io andai a Bushey che era, ricordo, un venerdì pomeriggio, dopo la lezione d’inglese.

Doveva essere circa il 22 luglio 1987.

Si festeggiava un compleanno la sera alla discoteca “paradise lost”, il giorno dopo andavano in gita a credo Cambridge?

Prof. Romeo mi dice: “vieni Parziale, la quota della gita te la offro io”; e vai scrocco anche la gita, passiamo anche la domenica insieme.

Lunedì mattina devo rientrare a scuola, dormo a Bushey in stanza di Gian e Andrea e la mattina all’alba mi metto in marcia presto per arrivare a Gloucester Road in tempo per la lezione.

Passo davanti al security del college in turno notturno visto che dovevano essere le 6 circa e lo saluto con la password del mio allora ancora acerbo inglese: 

Hello, my friend almost finished ?

Quasi finito il turno amico mio.

Ho quasi finito la barra amici miei.

Ed il talento Mr. Parziale? 

Chi non avesse visto il film “il talento di Mr. Ripley” interrompa qui la lettura perché sta per leggere uno spoilerone oppure salti le prossime righe. 😁😁😋

Mr. Ripley nel film, affascinato dalla bella vita e ad un certo punto di non ritorno, sopraffatto dagli eventi, uccide e prende la voce, fidanzata e vita del suo idolatrato amico, fino a doverne alla fine scappare per l’insostenibilità della situazione.

FINE SPOILER RIPRENDI LETTURA DA QUI. 🙄

Mr. Parziale ed il suo talento di imboscarsi al Berkeley da facchino, al Princess alle Bermuda, al college di Bushey ed al corso AUC della scuola di fanteria e cavalleria di Cesano di Roma, ritornano nei racconti imminenti dei miei 15 mesi con le stellette sul colletto.

Addio Bermuda 1995 e torniamo indietro al 1989.

Anna Oxa e Fausto Leali vincono Sanremo con Ti lascerò.

Esce nei cinema Marrakech Express di G. Salvatores.

La Roma perde lo spareggio contro la Fiorentina per partecipare alla coppa Uefa, per gol di Bomber Pruzzo che era andato alla Viola a concludere la carriera.

Il muro di Berlino non era ancora caduto. 

Sarebbe andato giù da lì ad una manciata di mesi.

7 Aprile 1989 inizia un altro capitolo della storia che vede Cristiano vestire di  verde militare.

Là vedremo se passare invisibile era talento vero o un calesse.

Intanto,  per chi non lo avesse visto, il talento di Mr. Ripley è un film immancabile.

Anche Marrakech Express per gli amanti del genere. 😘

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *