Barra 5 – SCUSATE IL RITARDO

Scusate il ritardo.

La festa dimenticata (non abbandonata)

Il titolo crea connessione scrittura/pensiero col film del 1982 aprendo scenari nella mia già contorta ed incapricciata mente che non vorrei aprire ma Troisi fa troppo parte di me per non citarlo..

Lo spunto anzi l’assist è a cura di un post di Federico Dolci di ieri 25 aprile 2021.

https://www.linkedin.com/feed/update/urn:li:activity:6792030926068056064/?commentUrn=urn%3Ali%3Acomment%3A(activity%3A6792030926068056064%2C6792032079468105728)

Secondo Federico i social media manager (SMM) avrebbero dimenticato di celebrare la ricorrenza della liberazione e devo convenire che a differenza di altre celebrazioni ieri la mia bacheca #linkedin è stata appena sfiorata dal topic #25aprile.

Soprassiedo sul fatto che ormai (anche) Linkedin ha un post sponsorizzato ogni 3 autentici che a volte ho la sensazione di stare alla asl a fare la fila per il prelievo del sangue dove chiamano una precedenza con patologie ogni 3 “sani”.

Era Domenica è vero il che potrebbe significare che il SMM è anche umano ed ha bisogno un giorno alla settimana di disintossicarsi dal suo stesso lavoro? Oppure secondo le regole d’ingaggio un post domenicale doppio festivo non avrebbe generato interesse ed engagement appunto?

Non lo so, non ho le risposte ma ciò che so è che restando umani, una grigliata in famiglia, un caffè con pochi congiunti, una passeggiata, 2 ore di relax sul lettino al sole perchè ieri sole fu, può aiutare a rigenerarsi no?

Avesse piovuto saremmo stati attratti dall’accendere il laptop in cerca di un ashtag di tendenza e forse forse il 25 aprile avrebbe sparigliato.

Ma se del senno di poi son piene le fosse…anche quelle ardeatine. vero è che il 25 aprile è solo una convenzione, come vero che oggi è la giornata mondiale della proprietà intellettuale e la mia mi suggerisce che il 25 aprile è la più convenzionale delle feste nazionali. Liberazione dal nazi fascismo;, molte persone sono morte per trasmetterci questa #libertà ma non sarà certo un “Cristiano” qualsiasi a doverci ricordare cosa significa. Il 25 aprile caro @Federico lungi da me fare polemica, dev essere retoricamente tutti i giorni come ad esempio sento dire dell’8 marzo da quando non avevo ancora smesso di giocare coi soldatini che magari richiamavano proprio a quel 1946. il 25 aprile è nelle nostre case, coi valori che voglio trasmettere ai miei figli, è nei nostri giardini, è sui nostri treni e metropolitane al 50% di occupazione con le scuole che riaprono in presenza al 100% (l’equazione non può funzionare) ed ecco lo sapevo la mia mente è andata via per la tangente, sono uscito fuori tema avrebbe detto la mia prof di lettere Marina, off topic direbbero oggi i SMM e forse anche ieri avessero lavorato.

A proposito ho citato il 25 aprile?

Sì Cristià l’hai scritto 8 vorte ma oggi è già 26 aprile too sei scordato?

Non l’ho dimenticato. l’ho solo ricordato in ritardo dunque scusate il ritardo…anzi grazie per l’attesa.

p.s. Anche i pinguini si sono un pò offesi…i pinguini d’Italia ancor di più ah no!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *