87 e 1/2 – DALLE BARRE SECONDO CRISTIANO

ovvero discorsi tra il semiserio ed il metafisico tra coinvolgimento ed algoritmo

Vado a ruota quando scorro i reels di instagram, non riesco a staccarmene.

Ci vado sotto finché qualcuno non mi scrocchia le dita davanti agli occhi per distogliermi dalla “trans”.

Cerco nuovi template, nuove tendenze per fare un po ‘ di COINVOLGIMENTO.

Quello che non comprendo è come fanno, pagine con all’interno zero contenuti e non voglio nemmeno fare nomi per non dare loro altra extra visibilità o pubblicità gratuita di cui non hanno bisogno ma che neanche meritano, sempre a mio modestissimo avviso, ad avere migliaia di follower . 

Ma certi veramente sono ai confini dell’indecenza o dell’inutilità.

Per carità, anche le barre hanno fatto dell’inutilità  il loro stendardo e motto, però a tutto dovrebbe esserci un limite.

A dio algoritmo di Facebook piacendo, cerco sempre di mandare un messaggio nella bottiglia.

Una richiesta d’aiuto, anzi, spesso stressarvi di spargere likes o addirittura invitare la vostra lista di amici a mettere “segui” alla pagina, come taluni di voi si sono amichevolmente prestati.

Lo so che lo fate per educazione 🫢

Altri esporre i miei segnalibro.

Pertanto ringrazio pubblicamente e contraccambio la pubblicità gratuita, Alessia di Nuovostudiodesign, Roberto hairstylist di Evolution a Viale Ungheria Zagarolo ed Emanuele di Birreria Marconi 2 nella omonima piazza a Zagarolo centro.

Infine l’ultima di Cristiano: fare una mailing list whatsapp e così facendo, legalizzare lo stalking senza colpo ferire.

Sono consapevole che sto abusando della vostra amicizia, pazienza e benevolenza.

Poi come spesso accade apri una newsletter cui mi ero iscritto senza troppe aspettative e leggi questo:

Apri i social e tutto è sempre nuovo. Nuove foto, nuovi post, nuovi video: gli algoritmi spingono costantemente per mostrarti l’ultima cosa che è stata messa online. Ovviamente solo dei profili con cui interagisci più spesso, perché gli altri nemmeno vengono considerati. Questo meccanismo fa sì che ciò che è stato postato anche solo ieri sembri già vecchio. E finisce per farci vedere le cose in modo distorto, come se ciò che è appena uscito fosse per forza di maggior qualità solamente perché nuovo.

…sai bene che un tuo contenuto di tre settimane fa, per quanto bello e interessante, non lo vede più nessuno…

Cominciamo a pensare che le informazioni o le idee utili siano solo quelle fresche di giornata, e così finiamo per non dare il giusto valore a cose che magari sono un po’ più vecchie ma ancora super valide

…Il punto è che i social ci spingono a vivere in un eterno presente, dove conta solo ciò che è “fresco”. Ma la verità è che non è così che funziona la conoscenza vera. E nemmeno la comunicazione. Là fuori il mondo è pieno di idee, libri, contenuti che hanno un valore che non scade con il tempo

…Quindi, che tua sia creator o fruitore di contenuti… per quanto i social siano utili e anche divertenti, non dimenticarti mai di guardare oltre.

Hai ragione da vendere Simone Pazzano e condivido la tua Onde, la newsletter della domenica su comunicazione e content marketing, per cui sai cosa faccio?

Riesumo barre vecchie di tanto in tanto e le riattualizzo al presente.

Qualcuno le rileggerà ed altri la leggeranno per la prima volta perché l’algoritmo non gliela aveva propinata la prima volta o più probabilmente perchè avevano iniziato a seguirmi successivamente.

Alla fine anche io sono iscritto a pagine variopinte  e newsletter variegate ed a molte di esse, se non tutte, non ce la faccio a stare dietro al passo. Proprio come molti di voi ammettono candidamente con le barre. Come Mauro e tanti Mauri di cui apprezzo la sincerità.

Per cui non preoccuparti di dirmi: 

“No Cris, quella non l’ho ancora letta.”

Dunque, adesso che ho raggiunto l’obiettivo di 600 quasi 700 potenziali lettori, come scrivevo nella barra 85, praticamente ora ho l’obiettivo, che da potenziali, si tramutino in lettori e basta.

Marco, Giovanni, Matteo e Luca detengono il record del libro più diffuso nel mondo.

Del resto, da loro è nato il sillogismo “evangelizzare”.

Come avrebbe fatto COINVOLGIMENTO oggi Giovanni, il più giovane degli evangelisti?

Come avrebbe aggirato l’algoritmo?

Tik Tok? 

Oppure sbarcare sul nuovo threads.

Allora non posso non ricordare Max Angioni col suo debutto a X factor 2021 che poi vinse.

Gesù ai giorni nostri.

E le barre? 

Quale futuro per le barre?

Restare nel semi oblio?

700 potenziali lettori.

L’algoritmo li ghigliottina fino a 350.

Di 350 un’altra ghigliottinata dei distratti lì scende a 175.

Di 175 la metà dice: “Cristià te vojo bene ma non c’ho tempo”.

Arriviamo a 87 e mezzo proprio come il numero di questa barra.

Ma sì mi tengo stretto anche il mezzo.

Perché alla fine, il fine giustifica il mezzo. 

Ecco fatto.

Diamo il benvenuto nell’inutile mondo delle barre a tale Niccolò Machiavelli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *