57 – LETTURA LEGGERA ANZI LEGGERISSIMA

ALLEGRA MA NON TROPPO

Poteva mancare la barra che nasce dalla cenereee dell’appena archiviato 73 esimo festival di Sanremo ?

Ma non leggerete di Lazza che regala i fiori alla mamma in platea del teatro Ariston, nè delle due vite di Mengoni.

Questa barra, come spesso accade, inizia molto prima, beh non così molto questa volta

Trova origine nel 71esimo festival di Sanremo ovvero solo 2 anni fa.

Ma bada bene, prendere spunto da un evento significa quasi parlare di tutto tranne che del pretesto che lo ha originato.

Mi seguite tutti fino a qui?

Chi rimane indietro venga a ripetizioni di filosofia delle barre… 

Dicevo che la barra 57 nasce a febbraio 2021 sul palco del teatro Ariston e poi trova applicazione a settembre dello stesso anno sul palco di un Zagarolo karaoke contest.

Anzi de IL Zagarolo Karaoke contest, 1^ e sin qui, unica edizione, nella suggestiva cornice del giardino di Palazzo Rospigliosi, mica oh!

Ma ‘ndo vanno ‘sti du vecchi?

Si sente sussurrare sotto e dietro il palco.

Sarà per colpa della mia testa rasata e del suo capello brizzolato, ma il mio socio Marco non appartiene come me alla categoria OVER. Non ancora.

Organizzato dall’istrionico polivalente Mimmo, Marco decide di coinvolgermi a fare coppia con lui che di botto siamo gli outsider, gli underdogs, gli over. 

Che famo che non famo.

Ci vuole una hit che spacchi.

Un duetto memorabile.

David Bowie e Freddy Mercury di under pressure?

Ma te sei guardato bene?

Ma quale under pressure qui siamo in età di over pressure. Ipertensione arteriosa.

Viriamo dunque su Max Gazzè e Niccolò Fabi, più nelle corde vocali di 2 ex borgatari di Roma est, adottati da zio Zagarolo.

Finalmente, i miei followers del periodo zagarolese gongolano per il sapore di poter dire: ah Finalmente una storia dove c’ero anche io. Finalmente una storia che non risale al mesozoico.

Finalmente luoghi attuali condivisi al posto di luoghi della memoria.

Ma Marco, non basta portarsi moglie figlie ed amici a fare da applausometro.

Vabbè ma l’importante è divertirsi.

Ma ancora manca qualcosa Marco.

Dobbiamo fare una hit nazionalpopolare dobbiamo conquistare il pubblico giovane, la grande platea, i social, i ragazzi che scaricano su itunes.

I ragazzi che fanno video virali su tic toc.

Ce l’ho ! 

Come abbiamo fatto a non pensarci subito.

il tormentone sanremese dell’ultima edizione quella del 2021.

Metti un pò di musica.

Metti un pò di musica.

Metti un pò di musica leggera perché ho voglia di niente.

E parte la coreografia.

Anvedi sti du’ vecchi che fichi!

E tutti a ballare.

E adesso ?

E adesso ogni tanto quando passeggio per Zagarolo con mia figlia, la gente mi riconosce e mi saluta così:

Ciao Colapesce Dimartino.

E quindi? E quindi niente!

E adesso ?

E adesso splash.

La solita barra.

La solita sardonica barra.

Quella che perché ho voglia di niente.

Quella tra palco e realtà.

Quella allegra ma non troppo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *